donazione fondazione aief

Gala Benefico AIEF

SOLD OUT

L’evento benefico

21 novembre 2022 | ore 20,00
Palazzo della Luce
Via Bertola 40, Torino
Dress code: Abito scuro

Donazione minima 150 euro a persona.
Per aziende, enti e privati è possibile riservare un tavolo da 12 posti con una donazione minima di 1800 euro.

Partecipazione su invito.
Prenotazione obbligatoria entro il 14 novembre.

Sono accettate unicamente le prenotazioni su questa pagina e sino ad esaurimento posti.

La Fondazione AIEF per l’infanzia e l’adolescenza è lieta di invatrVi al GALA BENEFICO AIEF.

La cena di gala e la raccolta delle donazioni sono destinate al prossimo progetto della Fondazione AIEF per l’infanzia e l’adolescenza: il recupero del Castello di Lucento, storica residenza sabauda che sarà restaurata e aperta alla comunità per divenire la sede di un nuovo polo socio-educativo-culturale dedicato ai bambini e ai giovani della nostra Città.

Madrina dell’ evento benefico è Cristina Chiabotto che presenta la serata insieme agli artisti Jacopo Morini e Peppe Quintale.

Premio AIEF 2022

In occasione dell’anniversario della nascita della Fondazione, durante la serata viene assegnato e consegnato il PREMIO AIEF 2022 alla Prof.ssa Franca Fagioli, Direttore del Dipartimento patologia e cura del bambino dell’ Ospedale Infantile Regina Margherita, per l’impegno profuso nell’evacuazione dai territori di guerra, nell’accoglienza e nella cura dei bambini ucraini malati oncologici.

icona donazioni

Effettua ora la tua prenotazione per partecipare al Gala Benefico AIEF

1

Posti ancora disponibili

Purtroppo è stato raggiunto il limite massimo di partecipanti

Fondazione AIEF per l’infanzia e l’adolescenza

È la prima Fondazione in Italia che realizza e promuove progetti a sostegno dei bambini e dei giovani attraverso il ruolo sociale dell’arte. Su questo sito è possibile scoprire i numerosi progetti realizzati in questo primo anno di attività.

I più significativi: l’avvio e lo sviluppo dei due CENTRI AIEF, sedi di sportelli gratuiti per le famiglie dedicati all’aiuto e all’ascolto e presenti nelle periferie più difficili di Torino; l’organizzazione di due missioni umanitarie in Ucraina che hanno portato in salvo in Italia 97 bambini profughi.

Menu